December 7, 2012

Harrods Christmas Windows, A Magic World!

Hallo Friends! I’ve been a little un-present recently but I’ve come back!
I’d like to post the pictures of Harrods Christmas windows because they are truly marvellous, a romantic, classy, magical Christmas evocative of fantastic worlds.
They are little perfect sets with colours, lights and precious details.
Dresses are even better than sketches. Ralph & Russo gown is truly a fairy tale dress!
Which is your favourite? And the most beautiful window?


-----

Ciao Amici! Sono stata un po’ assente ultimamente ma eccomi di nuovo qui!
Come primo post vorrei pubblicare le foto delle vetrine di Harrods perché sono davvero meravigliose, un Natale romantico, di classe, ricco di magia ed evocazioni di mondi fantastici.
La realizzazione di questi piccoli set è perfetta, colori, luci e dettagli preziosi.
Gli abiti realizzati sono ancora più belli dei bozzetti. Quello di Ralph & Russo è veramente un abito da favola! Qual è il vostro preferito? E la vetrina più bella?

Cindella in Versace

Aurora (Sleeping Beauty) in Elie Saab

Pocahontas in Cavalli

Snow White in Oscar de La Renta

Belle (Beauty and the Beast) in Valentino

Ariel in Marchesa

Mulan in Missoni

Rapunzel in Jenny Packman

Jasmine in Escada

Tiana (The Princess and the Frog) in Ralph & Russo

October 31, 2012

Modern Day Princesses...Viva le Principesse!

Sleeping Beauty in Elie Saab

Every year there’re lots of expectations for London’s upmarket department store Harrods Christmas Windows. Tomorrow 1st November their festive windows will be unveiled, contemporaneously with the opening of the Disney Princess Pop Up shop on the fourth floor. This year the protagonists will be 10 iconic Disney princesses, dressed and re-imagined by leading international fashion designers.
There’s a modern version of Cinderella ready for the ball in a stunning flimsy Versace in crystal shoes with Medusa motif, a romantic Aurora (Sleeping Beauty) in a pale pink Elie Saab (my favourite of course!), a fierce Pocahontas in Roberto Cavalli, Snow White in red cape Oscar de La Renta, …unique creations that, after Christmas, will be sold at auction in benefit for Great Ormond Street Hospital.
While waiting for unveiling, here are the designers’ sketches…what do you think about them?

-----


Ogni anno l’apertura delle vetrine natalizie del magazzino di lusso londinese Harrods crea grande attesa per i suoi fantastici allestimenti. Domani 1 Novembre infatti si sveleranno le Christmas Windows, in contemporanea all’apertura del Disney Princess Pop Up shop al quarto piano. Quest’anno le protagoniste saranno 10 iconiche principesse delle favole Disney, vestite e reinterpretate per quest’occasione da importanti stilisti internazionali.
Troviamo una moderna versione di Cenerentola pronta per il ballo in un vaporoso Versace con tanto di scarpette di cristallo con il logo della Medusa, una romantica Aurora (la Bella Addormentata) in un abito rosa pallido Elie Saab (il mio preferito ovviamente!), una grintosa Pocahontas in Roberto Cavalli, una Biancaneve con mantello rosso di Oscar de La Renta…creazioni uniche che, dopo le feste, verranno poi vendute all’asta per raccogliere fondi per l’Ospedale Great Ormond Street.
Nell’attesa vi lascio i bozzetti degli stilisti…che ne pensate?

Cinderella in Versace

Aurora (Sleeping Beauty) in Elie Saab

Pocahontas in Cavalli

Snow White in Oscar de La Renta

Belle (Beauty and the Beast) in Valentino


Ariel in Marchesa

Rapunzel in Jenny Packman

Jasmine in Escada
Mulan in Missoni

Tiana (The Princess and the Frog) in Ralph & Russo

October 26, 2012

The Pink Divas

Pink
Alecia Beth Moore was the first one, years ago, to surprise and be unforgettable for her pink hair look. Since then she have been just Pink.
Now there’s no diva who hasn't tried or is temped to follow this trend, in its delicate or strong nuances.
Fashion trend, will to dream, extreme femininity, desire to amaze…who knows? For sure pink is extremely photogenic, telegenic, catchy. It softens, captivates, charms.
No blonde, if we were pink would we really feel Barbies?
I’d love to see me in pink or fuchsia or purple.
It would colour up this too-often-grey-world!
For those who don’t, or not yet, dare we’ll find something else to bright us up.
That’s why I’ll immediately put on my new Mac Viva Glam by Nicki Minaj lipstick, a gift by Kelman! And we’re all of us a little bit divas…


-----

In principio fu lei, Alecia Beth Moore, artisticamente conosciuta come Pink a stupire e rendersi indimenticabile per la sua chioma rosa.
Ora non c’è diva che non abbia già sperimentato o sia tentata di sfoggiare nelle tinte più delicate o decise questo look.
Tendenza fashion, voglia di sognare, femminilità portata all’estremo, desiderio di stupire…chi lo sa? Certo è che il rosa è tremendamente fotogenico, telegenico, accattivante. Addolcisce, ammaglia, incanta.
Altro che biondo, se fossimo rosa ci sentiremmo delle vere Barbie?
Mi piacerebbe vedermi rosa o fucsia o viola.
In un mondo a volte troppo grigio darebbe certo allegria!
Per chi non osa, o non ancora, troveremo qualcos’altro a darci il tocco di colore.
Appunto vado subito a mettermi il nuovo rossetto Mac Viva Glam firmato da Nicki Minaj che mi ha regalato Kelman! E siamo tutte un po’ dive….


Christina Aguilera

Nicki Minaj


Lady Gaga

Rihanna

Katy Perry

Lana Del Rey

Gwen Stefani

Demi Lovato

Lily Allen


Avril Lavigne


Nicki Minaj & Ricky Martin for  Viva Glam


October 18, 2012

Ester Dean: Miss Hitmaker!


Almost unknown to the public but extremely famous among music business people, Ester Dean, nicknamed Esta Bell, wrote the majority of tracks we have hummed in the last few years. Any example? “Firework” by Katy Perry, “Rude Boy” “What’s my name” “S&M” by Rihanna, “Turn me on” by David Guetta, “Super Bass” by Nicky Minaj, “Countdown” by Beyonce, and uncountable others for Britney Spears, Usher, Chris Brown, Christina Aguilera…
Hers seems a Cinderella Story, born in a little town in Oklahoma, then moved to Atlanta and end up in Los Angeles, with many dreams, much hunger and little money, 26 years old Ester became in three years a “white cheque” for major labels. Her artistic career hard put to take off, rejected for her appearance, she started giving her tracks to others. Her unique form of writing and creating “hooks” (technically a musical idea, usually a short riff or phrase used to catch the listener’s  attention and easily remembered), with the magic touch of producers Stargate, made her fortune and other singers’, like Rihanna. “Oh na na what’s my name, oh na na” is music history by now. How many times I found myself unconsciously singing it!
In Ester Deans’ studio there’s a wall covered with pictures of goals she still hope to achieve (castles, cars..) and self-affirmations. She has big dreams but she’s the first to admit that this positive attitude is also due to book/dvd The Secret. “I altered the vision of myself. My mind set changed. I started thinking I deserved more. Things started happening to me. And quick.”
Now that Ester is in the Jay-Z team (Roc Nation) for good I am sure that she just not only will go on writing great hits to others but there will be more space for her artistic career and visibility too.
I leave you with some interesting links (a couple of demos of her songs and a video of her in studio recording The Lorax movie soundtrack).
I’ll be back soon to tell you about all that is hidden behind the production of great hits. Stay tuned!


-----

Sconosciuta ai più ma famosissima nell’industria musicale, Ester Dean, soprannominata Esta Bell, ha scritto la maggior parte dei pezzi che abbiamo canticchiato negli ultimi anni. Qualche esempio? Firework” di Katy Perry, “Rude Boy” “What’s my name” “S&M” di Rihanna, “Turn me on” di David Guetta, “Super Bass” di Nicky Minaj, “Countdown” di Beyonce, e innumerevoli altri per Britney Spears, Usher, Chris Brown, Christina Aguilera…
La sua sembra una storia da Cenerentola, venuta da un paesino dell’Oklahoma, approdata ad Atlanta e infine a Los Angeles, con tanti sogni, tanta fame e veramente pochi spiccioli, la 26enne è diventata in pochi anni “un assegno in bianco” per le più importanti compagnie discografiche. La sua carriera di artista stentava a decollare, rifiutata per il suo aspetto, ha iniziato a cedere i suoi pezzi ad altri. E il suo modo unico di scrivere e creare “ganci” (tecnicamente idee musicali, solitamente brevi frasi facilmente memorizzabili che richiamano l’attenzione dell’ascoltatore), unito al tocco magico di produttori come Stargate, hanno fatto la fortuna, non solo sua, ma di cantanti come Rihanna. Ormai “Oh na na what’s my name, oh na na” è storia della musica. Quante volte inconsapevolmente mi ritrovo a canticchiarlo!
Nello studio di Ester Dean un muro è tappezzato di foto di obiettivi ancora da raggiungere: castelli, auto e tante frasi auto motivazionali. Sogna in grande ma è lei stessa ad ammettere che la sua positività e il grande cambio sono avvenuti con il libro/dvd Il Segreto. “Ho cambiato la visione di me. Ho iniziato a pensare che meritavo di più. E cosi le cose hanno cominciato a succedere per me. E velocemente”.
Ora che Ester è stata assoldata definitivamente nella scuderia di Jay-Z (Roc Nation) sono certa che non solo continuerà a sfornare hit da classifica per altri, ma verrà dato più spazio e visibilità anche alla sua carriera di artista.
Vi lascio con degli interessanti link (i demo di un paio di sue creazioni e lei in studio registrando la colonna sonora del film Il Lorax).
Tornerò presto a parlarvi di tutto ciò che c’è dietro alla produzione di grandi hit. Stay tuned!







September 16, 2012

Nick Jonas, one in a million!


Nick, Arianna, Joe and Kevin Jonas

Today Nick Jonas turns 20. I met Nick and I have to say he’s one of the artists that I was most struck with. No doubt he has that special thing for what you cannot take your eyes off, the natural born leader charm.
Singer, songwriter, musician, tv and theatre actor, you ask yourself where all that talent comes from.
Such intelligence and ability to manage himself and his career, definitely rare at his age.
I remember his infinitely kind and polite manners, discretion almost shyness, his endless sharp look that didn’t let go any detail or nuances.
I think Nick is going to be one of the most influent people in show business and not only.
I kept his guitar plectrum with the logo of his future presidential campaign printed on. Yes, Nick is going to candidate himself for Usa elections in 2040.
It might sound pretentious or ridiculous to whom sees him just as a member of a teenage boyband, but for who got to know him I think there’s no doubt: Nick is going to reach every goal he sets.
While waiting to see him again I wish him “Happy birthday future Mr. President!”

-----

Oggi Nick Jonas compie 20 anni. Ho conosciuto Nick e devo dire che è uno degli artisti che mi ha più colpito. Indubbiamente ha quel qualcosa per cui non riesci a staccargli gli occhi di dosso, il fascino di un leader nato.
Cantautore, musicista, attore di tv e teatro, ti chiedi da dove venga tanto talento.
Un’intelligenza e una capacità di gestire sé stesso e la sua carriera ben rara alla sua età.
Ricordo i suoi modi infinitamente gentili ed educati, la riservatezza che spesso sconfina in timidezza, lo sguardo attento e sempre vigile al quale non sfuggiva nessun dettaglio o sfumatura.
Penso che Nick diventerà una tra le persone più influenti nell’intrattenimento e non solo. Conservo il plettro della sua chitarra su cui è stampato il logo della sua futura campagna elettorale. Proprio cosi, Nick mira alla presidenza degli Stati Uniti nel 2040.
Potrà sembrare pretenzioso e ridicolo a chi lo vede solo come un ragazzino di una boyband, ma per chi lo ha conosciuto credo non ci siano dubbi: Nick raggiungerà ogni obiettivo che si prefigga.
In attesa di rivederlo gli auguro quindi  “Buon compleanno futuro presidente!”


Joe, Arianna, Nick, Kelman and Kevin Jonas in Santo Domingo


The Perfect President

Nick Jonas


Nick performing in theatre




September 7, 2012

My dream dress: Elie Saab


I dream about wearing an Elie Saab creation.
Each collection leaves me breathless, his dresses are ethereal, feminine, romantic, of timeless beauty.
“These dresses are so Arianna” says who knows me. Silk, lace, organza, embroidery and sparkles! Light voiles on thin silhouettes.
The Lebanese designer began to make women wonderful at the age of 9 when he made dream dresses for sisters and neighbour friends with pieces of tablecloths and curtains.
At 18 he opened his couture atelier with fifteen employees.
He was the first non-Italian designer to be invited to take part in the prestigious Italian Fashion National Chamber in 1997.
No doubt the turning point to worldwide fame was in 2002 when Halle Berry won the Academy Award wearing a stunning Elie dress.
Since then stars and princesses want to be a part of his magic world.
And while I’m dreaming…I wait for next month final show at Dominicana Moda Fashion week 2012, Elie Saab!


-----

Sogno di indossare una creazione di Elie Saab.
Ogni collezione mi lascia senza fiato, i suoi abiti sono eterei, femminili, romantici, di una bellezza senza tempo.
“Questi abiti sono cosi Arianna” dice chi mi conosce. Sete, pizzi, organza, ricami e tanta luce! Leggeri veli su esili silhouette.
Lo stilista libanese inizia a rendere splendide le donne già a 9 anni quando con pezzi di tovaglie e tendaggi, taglia e cuce modelli di abiti da sogno per le sorelle e vicine di casa.
A 18 anni ha già un suo atelier con quindici dipendenti.
E’ il primo straniero ad essere ammesso alla prestigiosa Camera Nazionale della Moda Italiana nel 1997.
Senza dubbio il salto verso notorietà mondiale avviene nel 2002 quando Halle Berry riceve l’Oscar come migliore attrice indossando uno splendido abito di Elie.
Da quel momento star, principesse e personalità desiderano far parte del suo mondo magico.
E mentre sogno…aspetto il prossimo mese la sfilata di chiusura di Dominicana Moda 2012, Elie Saab!










Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...